Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Navigando nel sito, acconsenti agli utilizzi di cookie descritti nella nostra cookie policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Stampa

L'identikit del tester

Questo lavoro analizza i dati fornitici volontariamente da alcuni dei testatori che hanno partecipato alle 27 prove sci organizzate dal POOL Sci Italia nell’arco di tempo intercorso tra l’Aprile 2005 e l’Aprile 2010.

Le schede analizzate sono 7.950 quindi un numero statisticamente rilevante.

Le prove si sono svolte in 15 località differenti, in 9 Regioni,  per un totale di 55 giorni di lavoro.

Queste prove, a cui partecipano tutte le aziende di sci del POOL (oltre il 90% del mercato dello sci italiano) ed alcune aziende di accessori permettono di provare e comparare gratuitamente i vari modelli delle migliori marche reperibili sul mercato appartenenti al POOL Sci Italia: (ATOMIC, DYNASTAR, FISCHER, HEAD, NORDICA, ROSSIGNOL, SALOMON, VOELKL).

 

 

Manifestazione

Data

Località

Regione

1

Prove Libere 05

2-3 Apr 2005

Pampeago

Trentino

2

Prima neve 05

10-11 Dic 2005

Pila

Val d’Aosta

3

Prove Libere 06

1 -2 Apr 2006

Pampeago

Trentino

4

Prove Libere Tour 06–07

16 -17 Dic 2006

Passo del Tonale

Lombardia/Trentino

5

Prove Libere Tour 06–07

13 -14 Gen 2007

Piancavallo

Friuli V. G.

6

Prove Libere Tour 06–07

10 -11 Feb 2007

Corno alle Scale

Emilia

7

Prove Libere Tour 06–07

24 -25 Mar 2007

Pampeago

Trentino

8

Prove Libere Tour 07–08

1 -2 Dic 2007

Plan de Corones

Alto Adige

9

Prove Libere Tour 07–08

8 -9 Dic 2007

Bormio

Lombardia

10

Prove Libere Tour 07–08

15 -16 Dic 2007

Cervinia

Val d'Aosta

11

Prove Libere Tour 07–08

22 -23 Dic 2007

Piancavallo

Friuli V. G.

12

Prove Libere Tour 07–08

12 -13 Gen 2008

Roccaraso

Abruzzo

13

Prove Libere Tour 07–08

5 -6 Apr 2008

Pampeago

Trentino

14

Prove Libere Tour 08–09

29 -30 Nov 2008

Plan de Corones

Alto Adige

15

Prove Libere Tour 08 -09

6 -7 Dic 2008

Passo S.Pellegrino

Trentino/Veneto

16

Prove Libere Tour 08 -09

13 -14 Dic 2008

Gressoney

Val d’Aosta

17

Prove Libere Tour 08 -09

20 -21 Dic 2008

Alleghe

Veneto

18

Prove Libere Tour 08 -09

10 -11 Gen 2009

Bardonecchia

Piemonte

19

Prove Libere Tour 08 -09

17 -18 Gen 2009

Cimone

Emilia

20

Prove Libere Tour 08 -09

4 -5 Apr 2009

Pampeago

Trentino

21

Prove Libere Tour 09-10

27-28-29 Nov  2009

Obereggen

Alto Adige

22

Prove Libere Tour 09-10

5 -6 Dic 2009

Passo S.Pellegrino

Trentino/Veneto

23

Prove Libere Tour 09-10

12 -13 Dic 2009

Gressoney

Val d’ Aosta

24

Prove Libere Tour 09-10

19 -20 Dic 2009

Alleghe

Veneto

25

Prove Libere Tour 09-10

9 -10 Gen 2010

Bardonecchia

Piemonte

26

Prove Libere Tour 09-10

16 -17 Gen 2010

Corno alle Scale

Emilia

27

Prove Libere Tour 09-10

10 -11 Apr 2010

Pampeago

Trentino

Anche se, per esigenze commerciali delle aziende, gran parte delle giornate di test si sono svolte o ad inizio stagione (Dicembre) o a fine (Aprile) per il lancio dei nuovi prodotti, la presenza di tappe in date come quelle del ponte dell’ Immacolata o la scelta di località appenniniche fanno sì che quello che esce dalle schede analizzate è sì tendenzialmente il ritratto dello sciatore fortemente appassionato e motivato ma è anche quello di chi, pur essendo appassionato, dedica meno tempo allo sci.

Il 67 % degli intervistati dichiara di essersi recato nella località dove si svolgeva il test sapendone dell’esistenza mentre solo il 33% dice di essersi imbattuto per caso nel villaggio. Anche questo dato, ricollegandosi a quanto detto sopra, serve a chiarire la tipologia degli intervistati.

Questo per sbarazzare il campo da equivoci e per chiarire che non vi è da parte nostra la presunzione di proporre in assoluto il ritratto dello sciatore italiano.

1) Tipologia degli intervistati:

a) Sesso

  • Uomini             82%
  • Donne              18 %

La tappa in cui più alta è stata la presenza percentuale di donne è stata l’ultima presa in considerazione (Pampeago 10-11 Aprile 10) con un 26%.

b) Provenienza

Le principali regioni di provenienza dei testatori sono:

  • Veneto         22%         
  • Lombardia   20%                         
  • Emilia           14%         
  • Piemonte     12%         
  • Alto Adige    11%         
  • Trentino      11%         
  • Friuli V. G.     4%         
  • Toscana        3%         
  • Liguria           1%         
  • Lazio             1%         
  • Abruzzo       0,5%        
  • Val d’Aosta     0,5%              

c) Età

Per quanto riguarda l’età dei testatori è interessante osservare le tabelle seguenti:


Tabella 1
image004

Tabella 2

image006

Tabella 3

image008


Tabella 4

image010

Dalla tabella 1 che prende in considerazione la media delle età emerge che:

  • il 75% del campione ha meno di 45 anni.
  • solo il 15% ha meno di 25 anni.

Per quanto riguarda l’evoluzione dell’età dei partecipanti (tabelle 2, 3 e 4) si può notare che:

  • La fascia sotto i 18 anni subisce un calo costante negli anni.
  • La fascia tra i 18 ed i 25 tende ad aumentare in maniera quasi inversamente proporzionale alla precedente.
  • La fascia tra i 26 ed i 35 anni ha un calo tendenzialmente costante.
  • Le fasce tra i 36 e 45, tra i 46 e 55 e tra i 56 e 65 sono in aumento.
  • La fascia degli over 65 (non compresa nelle tabelle) è sostanzialmente costante.

I dati che emergono sono troppo altalenanti per dettare delle conclusioni; se da una parte è positivo il dato riguardante l’ età media complessiva d’altro canto lasciano perplessi i dati riguardanti i giovani sotto i 18 anni. Prima di arrivare a lanciare grida di allarme si deve comunque considerare la loro difficoltà a muoversi autonomamente ed il fatto che molti vengono contattati dalle aziende attraverso gli sci club.

Si può comunque tranquillamente asserire che il campione analizzato soffre di una evidente tendenza all’invecchiamento.

Sempre a riguardo dell’ età dei partecipanti si osserva chiaramente nella tabella seguente (tabella 5) che l’età media delle donne partecipanti alle manifestazioni è nettamente più bassa di quella degli uomini.


Tabella 5

image012

d) Quanti giorni sciano in un anno:

Basta la tabella seguente a indicare che il campione analizzato è un campione fortemente appassionato.


Tabella 6

image014

Analizzando invece la tabella 7 si nota come il numero di giornate dedicate allo sci sia altalenante con però la tendenza netta ad una diminuzione delle giornate di pratica.

Tabella 7

image016

La tabella 8 ci indica invece come le donne dedichino meno giornate allo sci che gli uomini.


Tabella 8

image018

2) Il materiale

a) Frequenza del cambio materiale:

In 14 tappe, per un totale di 4311 risposte, abbiamo chiesto la frequenza del cambio del materiale.
In riferimento al cambio degli sci (tabella 9) Si nota come il 72% degli intervistati dichiara di


Tabella 9

image020

 
cambiare lo sci nei primi 3 anni di vita mentre, per quanto riguarda lo scarpone (tabella 10)


Tabella 10

image022

si può notare come questo cambio venga notevolmente posticipato (49% negli stessi anni) come ben evidenzia la tabella 11:


Tabella 11

image024

b) Scelta del tipo di sci:

Analizzando la totalità delle risposte (uomini e donne) ricevute nel periodo in questione risulta:


Tabella 12

image026

Si può notare come:

  • Il 48% esprime preferenza per modelli “gara”;
  • Il 45% esprime preferenze per modelli Race Carve e GT;
  • Il 7% esprime preferenze per modelli di nuovo collocamento.

Se invece, cercando di avere una maggiore omogeneità, guardiamo il confronto tra i PLT 06/07, 07/08 , 08/09 e 09/10 (6857 risposte) (tabella 13) prendendo in considerazione gruppo per gruppo notiamo che:


Tabella 13

image028

  • Seppure con leggere oscillazioni possiamo notare una tendenza quasi costante al calo di richiesta per questi modelli (da un 53% complessivo del 2006/2007 ad un 46% del 2009/2010).
  • E’ molto più forte il calo del modello “Gigante” rispetto al calo del modello “Slalom”.

Se poi analizziamo i modelli Race Carve (tabella 14)


Tabella 14

image030

notiamo come:

  • Anche se non in maniera equivalente ad un calo del modello Gigante Gara corrisponde una crescita costante del modello Gigante Race Carve.
  • Anche se in maniera più altalenante vi è anche una crescita del modello Slalom Race Carve.


Tabella 15

image032

Nella tabella 15 possiamo invece notare come:

  • Il calo della richiesta di modelli Gran Turismo viene totalmente compensato dalla crescita di richiesta dei modelli Xcross.
  • Vi sia una leggera ma costante richiesta di modelli di nuova generazione (doppie punte-freeride).

Tornando alla totalità delle risposte ed analizzando invece separatamente le risposte di uomini e donne si ottengono dati interessanti: Prendendo in considerazione solo le donne


Tabella 16

image034

Si evidenzia immediatamente che:

  • La categoria Gran Turismo è la seconda nelle richieste femminili
  • La categoria “gara” scende dal 48% complessivo (GS + SL) al 40%
  • Le preferenze complessive per gli sci Race Carve e GT salgono dal 45% al 48%

Comparando poi le scelte di uomini e donne (Tabella 17) risulta chiaro come la differenza nelle scelte tra i due sessi si evidenzi solo nella tendenza più accentuata per le donne verso i modelli da Gran Turismo a scapito di quelli da Gigante.


Tabella 17

image036

Nelle tre tabelle che seguono si è invece voluto valutare le modifiche dei desideri riguardanti le scelte dei testatori in base alle fasce di età. Per quanto riguarda i modelli da Slalom Gigante (Tabella 18) se si escludono i giovani sotto i 18 anni e gli over 65 si può constatare una tendenza costante a prescindere dall’età di chi sceglie.

Tabella 18

image038

Mentre se si analizza la richiesta dei modelli da cross (Tabella 19) si rileva subito come questo sia un fenomeno indirizzato prevalentemente ai giovani e che riscontri scarso interesse per chi supera i 25 anni al


Tabella 19

image040

contrario dei modelli da Gran Turismo per i quali si nota un costante aumento di richiesta parallelamente all’avanzare dell’età (Tabella 20).


Tabella 20

image042

3) Canali attraverso cui si segue lo sci

Analizzando le risposte alla domanda “attraverso quali canali seguite lo sci”  (Tabella 21)


Tabella 21

image044

risulta chiaramente, come era facile prevedere, che lo sci sia uno sport prevalentemente televisivo; è interessante notare come la percentuale di utilizzo del satellite (molto diffuso nelle zone montane) sia più alta della media nazionale.

Dalla tabella seguente (Tabella 22) che analizza le risposte ricevute dal 2005 al 2009 emergono dei dati che confermano le tendenze ipotizzabili attraverso altri canali ovvero

  • Un aumento della TV satellitare
  • Una crescita dell’utilizzo del Web
  • Un calo dell’utilizzo della carta stampata
  •  


Tabella 22

image046

Si può notare come i dati della tabella confermino statisticamente tendenze ipotizzabili anche se i tempi sono meno veloci di quanto fosse luogo comune ritenere.

Milano, Ottobre 2010

Pool Sci Italia, Via Caccini 10 - 20124 Milano  |  P.Iva 04774530960 - C.F. 80040710156  |  Powered by Lab4.net  |  Copyright © 2012 Pool Sci Italia